Abilitazione obbligatoria per i Property Finder

 

Parliamo ora di mercato immobiliare. Continuano le novità introdotte in seguito alla direttiva dell'Unione Europea, conosciuta come Direttiva Bolkestein.

Per svolgere l’attività di property finding sarà necessaria la regolare abilitazione professionale.

Nell’ottica della trasformazione della mediazione teoricamente “pura” in una più concreta “consulenza di parte”, i soggetti interessati all’acquisto di un immobile dovranno conferire un incarico di ricerca in esclusiva ad un Agente Immobiliare abilitato specializzato in Property Finding (definito “property finder”) in quanto mediatore nell’interesse del proprio committente.

Viene vietato l’accesso alle informazioni relative all’immobile, alla proprietà, ai dati catastali, ipotecari e tutti i dati sensibili a soggetti non abilitati alla professione di mediatore.

Salutiamo il cameraman e ci scusiamo con i telespettatori per le inquadrature bizzarre.

Da Lilly Fluffer per la rubrica Fluffing News è tutto.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami