Caro cercatore che parli male del mercato immobiliare…

 

Caro cercatore che parli male degli agenti immobiliari e del nostro mercato, oggi ci rivolgiamo proprio a te che ti lamenti.

> Cosa fai tu per agevolare la tua ricerca? O almeno per non intralciarla?

> Eh, capirai. cosa faccio… Cerco casa, trovo l’annuncio, chiamo, chiedo, vado a vederla. Arrivo, la vedo, se è bella la compro. Fatto.

> Magari. Solo che non va mica sempre così.

> Perché?

> Primo: mica sempre chi dice di cercare casa la cerca per davvero. Secondo. Due casi.

CASO A

Trovi l’annuncio, hai un minuto e ci chiami o ci scrivi e lasci il numero.

Quando poi noi ti richiamiamo, tu sei in metro, in macchina, in ufficio e non ti ricordi più per quale annuncio.

Noi te lo diciamo e tu vieni a vedere la casa.

Quando arrivi, dici che non è quella che hai visto tu, ma è un’altra e magari non ti piace.

E quindi niente.

CASO B

Fissi l’appuntamento e poi non vieni.

Ti richiamiamo e non ci rispondi. Oppure lo rifissi e poi non vieni.

Morale: in tutti e tre i casi hai perso tempo tu e ne hai fatto perdere a noi.

 

> Quindi? che mi serve?

> Idee chiare e tempo a disposizione.

> Eh, ma se avessi tempo me la cercherei da solo…

> Infatti. Ecco perché se ti manca il tempo e cerchi davvero la casa perfetta, ti conviene chiamare un professionista che ti aiuti.

> Tipo?

> Tipo un property finder.

> E cosa fa un property finder?

> Un property finder ti intervista. Quindi capisce esattamente quale sia l’immobile giusto e poi va a cercarlo al posto tuo.

> Come fa?

> Con le relazioni che ha con gli agenti immobiliari.

> Figo…

> Già e quindi non ti fa perdere tempo in giri immensi che poi ritornano e quando ti chiama è perché ha un appuntamento telefonico con te. Entrambi siete nella situazione ideale

> Sembra facile.

> Desiderare property finding: sembra facile e infatti lo è.

Leave a Reply

Be the First to Comment!

Notify of
avatar

wpDiscuz