Giuseppe Gioiosa

Giuseppe Gioiosa
San Francesco Property Finder

Modena e provincia

La passione per gli immobile gli è stata trasmessa dal suo papà che negli anni 80  aprì una delle prime agenzie immobiliari a Modena.

Ed è li che nel dopo scuola ha iniziato a muovere i primi passi nella case, fino a diventarne titolare nel 1998 con l’iscrizione alla Camera di Commercio.

Nel corso degli anni si è occupato delle compravendite e degli affitti  del mercato commerciale e industriale , dopo questa fase la sua attenzione si è spostata al solo residenziale con particolare interesse al mondo delle ristrutturazioni.

Dal 2016 ha aperto la Real Estate San Francesco nel centro  storico di Modena dove ha iniziato, affiancato da Desiderare, il lavoro di Property Finder.


Contattami

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Il tuo numero di telefono (opzionale)

Oggetto

Il tuo messaggio

Acconsento al trattamento dei dati personali (GDPR)

Perché non hai ancora trovato la casa che dici di voler cercare

La cerchi da un po', o almeno è quello che dici in giro, che racconti a te e a chi ti chiede aggiornamenti, eppure non l'hai ancora trovata. Per cercare cerchi, qua e là, nei ritagli di tempo, ed è anche capitato che passassi intere serate o sabati e domeniche sui portali immobiliari, a spulciare annunci, a scandagliare il web e poi mandare qualche link.

Fatto sta che la casa giusta non è ancora comparsa, e quelle che invece sono comparse e che hai visto, erano tutto fuorché giuste, tranne quelle decisamente sopra il tuo/vostro budget, chiaro e se qualcuno ti chiede perché, tu rispondi:

  • che magari hai poco tempo
  • oppure è colpa dei portali e delle loro informazioni fuorvianti;
  • o dei filtri, all'aumentare dei quali diminuiscono le probabilità di trovare qualsivoglia immobile in qualsiasi città, paesello e frazioncina del globo;
  • perché dicono che ci sia crisi, ma le case giuste vanno via come il pane...

In ogni caso, se hai una certezza, è che non sia tua la colpa per questa casa che non riesci a trovare e in effetti, se diamo retta a quello che dice il tuo CERVELLO, hai più che ragione: hai ragionissima.

Il tuo cervello lo sa perché non la trovi e sa anche che la responsabilità non è tua, ma sua e di come funziona lui, degli schemi che segue, dei pattern che lo spingono a ripercorrere sempre la stessa (VECCHIA) strada...

Il video continua (domani mattina, solo su Faccialibro).

Come si trova la casa perfetta lo sanno tutti, o quasi.

La tecnologia è fantastica e gli assistenti virtuali sono ogni giorno più efficaci.

Nel video di oggi abbiamo fatto un giochino, provando a chiedere ai nostri due super assistenti di rispondere alle nostre domande.

Dopo un paio di test, superabili anche dall'intelligenza artificiale di un tostapane, siamo arrivati al succo, cioè a quello che ci interessa qui, nel nostro segmento.

Abbiamo chiesto prima a Siri e poi a Google (o viceversa, è uguale) di trovarci una casa.

Le due versioni di Siri, entrambi gentili come al solito, sono andate in palla. Google ha avuto sì un momento di esitazione ma alla fine ha risposto. Come?

Guarda il video e scoprilo.

 

BlackFriday per trovare la casa che sogni

Non l'abbiamo inventato noi, ma è già parte di noi. Arriva da oltreoceano, riempie i social di promozioni e la testa di impulsi che ci spingono a fare acquisti. Promette affari, garantisce endorfine. Signore e signori, è il #BlackFriday.

Alla veneranda età di 94 anni suonati oggi, il BlackFriday è più arzillo che mai.

Nel 1924, la mattina dopo il giorno del Ringraziamento, il BlackFriday compare per la prima volta negli USA, al seguito di magazzini Macy's. Il suo scopo è il "fuori-tutto". Passano gli anni, ci buttiamo alle spalle una guerra mondiale, Woodstock e i pantaloni a zampa (davvero?), iniziamo a portare orrendi jeans a vita alta e caviglia corta e sentiamo Madonna cantare Like a Virgin. Sono gli anni Ottanta: quelli  della permanente, delle frange intonacate, dei ciuffi fonati e delle Timberland e il #BlackFriday esplode in tutta la sua potenza.

Promette sconti che vanno dal 30 al 70 % e invita al clic, all'acquisto compulsivo, all'affare del 'fuori-tutto' e tocca abbigliamento, cibo, tecnologia e beni di lusso. Noi di DesideraRE Property Finding gli/vi abbiamo dedicato un mini video per raccontarvi che qui, nelle nostre case, agenzie e teste, è sempre BLACKFRIDAY.

Guardatelo e scoprite perché.

 

 

Trovare la casa che sognavi da bambino

Abbiamo già parlato dei desideri, di come cambino da persona a persona e di come anche quelli legati alla casa dei sogni siano diversi a seconda del momento e dei sogni di ognuno di noi.

Qual era la casa dei nostri sogni da piccoli? L'abbiamo chiesto ad alcuni dei nostri Property Finder sul territorio nazionale, la cui missione oggi è trovare l'immobile perfetto per i clienti che scelgono di non perdere tempo, opportunità (sonno, capelli, soldi, eccetera, eccetera...).

Sentiamo quali erano i loro sogni da bambini, come immaginavano la loro casa...

I desideri cambiano.

DESIDERAre Property Finding RESTA la migliore soluzione per trovare la casa che sogni.

Non tutti desideriamo le stesse cose e le stesse case

No. Non tutti desiderano le stesse cose.

Non per tutti i desideri sono tipici, legati agli stereotipi delle masse. Più potere, più soldi e successo, meno chili, più labbra, meno smagliature ma più sopracciglia... No. Pur assomigliandoci davvero tanto, ogni essere umano ha un passato diverso e altrettanto diverse aspirazioni per il suo futuro. Funziona con le cose, con gli status e anche - ca va sans dire - con le case, ovvero con ciò di cui ci occupiamo in questo spazio che unisce undici città d'Italia nella prima rete di Property Finding del panorama nazionale.

Per esempio, restando in tema di real estate, non tutti sognano un'abitazione più grande e per raccontarvelo oggi diamo voce a due storie diverse, altrettanto peculiari.

Per farvele sentire siamo partiti dalla data: il 9 novembre in numeri si scrive 9.11. Ecco perché abbiamo giocato con il 911, il numero delle emergenze. In entrambi i casi, ascolteremo qualcuno che non vuole affatto una casa più grande.

Qui c'è qualcuno che ha un'esigenza specifica, giocata in chiave decisamente ironica.

 

Qui c'è una ragazza che è cresciuta in un castello ma sogna qualcosa di diverso...

 

 

Property finder: in teoria e in pratica

Siamo una rete di property finder.

- Sì, ho capito, ma IN PRATICA cos’è che fate?
- Troviamo case.
- Quindi, IN TEORIA, fate quello che fanno tutti gli altri agenti immobiliari?
- Facciamo un po’ di più di quello che fanno tutti e soprattutto meglio di come lo fanno alcuni.

Non è mai facile spiegare il nostro mestiere a qualcuno che non lo conosce già.

Vale per diverse professioni, non solo per il property finding. Soprattutto quando:

  • le professioni in questione “assomigliano” a qualcosa che l’interlocutore crede di conoscere benissimo;
  • non ne ha mai sentito parlare.

Ma non succede solo con i clienti: capita anche quando parliamo del nostro mestiere con certi agenti immobiliari convinti che la locuzione property finding sia una trovata di marketing.

 

O, al contrario, con chi pur occupandosi di real estate, non riesce a capire il nostro approccio e ci chiede se ne valga la pena, se funzioni, se il nostro ‘metodo’ sia remunerativo.

No. Spiegare cosa facciamo, perché e soprattutto come, non è mai stata una passeggiata e richiede impegno da parte di tutti gli elementi del gruppo unito sì da un bel brand, ma soprattutto da un metodo di lavoro preciso.

Perché il nostro è un lavoro che parte dalle esperienze spesso frustranti di chi ha incontrato l’agente immobiliare sbagliato (o più di uno), e che dal “problema” ha elaborato una soluzione fatta di pochi numeri e qualità d’eccellenza.

Ecco perché come property finder non vendiamo case, né proponiamo gli immobili in portafoglio, ma quando un cliente viene da noi, noi scopriamo cosa gli serve e poi facciamo in modo che lo trovi:

  • riducendo i tempi;
  • annullando i rischi e le sorprese;
  • dedicando un’attenzione che un agente immobiliare tradizionale non può permettersi di dedicare.

Ecco perché da più di due anni a oggi, ogni settimana ci ritroviamo su Skype, azzerando centinaia di chilometri di distanza tra una sede e le altre, per progettare un nuovo contenuto che poi la nostra editor trasforma in un post e spesso in un video. Ed ecco perché quando il video è online, noi di DESIDERAre lo diffondiamo attraverso tutti i canali - ufficiali e personali - a nostra disposizione.

Cerco casa, Bentley, taglio, piega e shatush

 

Sì, buongiorno. Vorrei fissare un appuntamento per taglio, piega, colore e shatush.

Benissimo. Siamo qui apposta.

Guardi che devo essere uno schianto: è per il matrimonio del mio ex.

Non c’è problema.

E che non costi più di trenta euro, che altrimenti vado giù dai cinesi.

 

Buongiorno. Mi serve un vestito su misura.  

Benissimo. Siamo qui apposta.

Un bel tessuto mi raccomando.

Non c’è problema.

E che non costi più di cinquanta euro, che ho visto che all’Oviesse gli abiti sono in promozione.

 

Buongiorno. Cerco un’Insta-star per un servizio di moda. Target luxury.

Benissimo. Siamo qui apposta.

La voglio bellissima. E famosissima. Almeno 100.000 follower su Instagram. Ma proprio come minimo, eh.

Non c’è problema.

E che non costi più di mille euro, che le fashion blogger stanno esagerando.

 

Buongiorno, vorrei una Bentley.

Benissimo. Siamo qui apposta.

Mi fa piacere, il fatto è che secondo me costa troppo. Voglio dire è solo una macchina, no?

 

Buongiorno, vorrei che mi trovaste la casa che io non ho tempo di cercare. E nemmeno voglia.

Benissimo. Siamo qui apposta.

Però scordatevi di farmi pagare un fisso, o provvigioni più alte degli altri, eh. Che altrimenti me la cerco da solo.

Ecco, brava, vada. In bocca al lupo.

 

Conclusione:

Prima ancora di cercare un servizio, devi scegliere cosa vuoi, come lo vuoi e quanto sei disposto a pagare per essere soddisfatto.

Oppure no.

L’immobile per il dottore

 

Ce l’avete un immobile in zona centrale, trilo o quadri, doppi servizi e doppio garage, magari con un bel terrazzo?

Ce l’avremo.

Quando?

Appena ci permetti di capire esattamente cosa ti serve, che tipo di immobile, per quali esigenze, scopi, finalità, entro quando, e a quanto.

Quindi?

Quindi vediamoci e parliamone.

Non posso. Perché l’immobile non è per me.

Ah no?

No, è per il mio capo.

Allora vediamo il tuo capo.

No perché il dottore non ha tempo.

Ecco perché il dottore ha bisogno di noi.

E dopo?

Dopo cosa?

Se riesco a fissarvi un appuntamento cosa succede?

Succede che nessuno perde più tempo a cercare la casa del dottore in giro per la rete o la città, ma ci pensiamo noi.

A fare cosa?

A trovarla.

Quale?

Esattamente quella che serve al dottore.

Noi vendiamo case

Noi lavoriamo in un segmento che i più british tra di noi chiamano 'REAL ESTATE' e gli altri immobiliare ma no, non vendiamo case, non le compriamo. E nemmeno ce ne occupiamo se non come risposta alle esigenze dei clienti che scegliamo di seguire. Eccolo è il nostro mestiere: rispondere ai bisogni di chi ci cerca, ci piace e ci chiama per cercare la casa che non ha voglia, tempo, capacità e metodo per (non) trovare da solo.

Chi arriva da noi magari lo fa perché ha sentito parlare del property finding, o ha un amico al quale abbiamo risolto un problema, trovando per lui una soluzione che gli ha fatto risparmiare tempo, denari, fastidi e mal di stomaco.

Che poi la 'soluzione' sia o meno un immobile è un dettaglio del quale tra l'altro ci occupiamo noi.

Pages:1234567...15»