Chi cercherà la casa che sogni di trovare?

Stai cercando casa e hai già un piano per trovare quella giusta. Ora non ti resta che scegliere chi ti seguirà in questo processo di ricerca e acquisto. Entriamo nel dettaglio e vediamo le opzioni dividendole in due categorie: quelle che NON ti consigliamo, e le altre.

Nel primo gruppo, cioè di quelle che secondo noi sono meno intelligenti e che, stando alle statistiche, sono anche le meno efficaci, vediamo la ricerca in autonomia e quella affidata all’intero universo degli agenti immobiliari su piazza.

 

  1. SOLO TU

Ami il fai da te, hai voglia di cimentarti in un’impresa che non ritieni poi così complicata e pensi che per cercare casa, trovarla e portare a termine la trattativa, non serva una scienza. Quindi ti arrangi.

    1. PRO: se trovi la casa giusta, è merito tuo e non dovrai pagare nessun altro.
    2. CONTRO: 
      1. Sicuro di avere abbastanza tempo? Sicuro di voler annullare tutto il resto per cercare casa? 
      2. Sicuro di conoscere il mercato? Le cifre, i valori, le domande giuste da fare?
      3. E di sapere come muoverti per evitare inghippi?

 

  1. TUTTI QUANTI

Tutti gli agenti immobiliari che trovi e che sono disposti a seguirti/assecondarti: parli con chiunque possa avere una casa, un portafoglio o delle case in portafoglio, sperando che a furia di far girare la voce… Nessuna esclusiva, ci mancherebbe.

    1. PRO: non sarà gratis, ma per la legge dei grandi numeri, associata a un calcolo probabilistico di stampo entusiasta, può anche darsi che tu trovi la casa che sogni. Così come può succedere che trovi per terra un biglietto del superenalotto e che sia vincente. Non è impossibile. Diciamo solo poco probabile…
    2. CONTRO: non avrai nessuno che ti segua in esclusiva. Nessuno che lavori per te. Nessuno che curi SOLO i tuoi interessi.

 

  1. UN SOLO AGENTE IMMOBILIARE

Ne scegli uno e affidi a lui (o a lei) la ricerca del tuo immobile con la speranza che abbia abbastanza case, relazioni, contatti e tempo per aiutarti a raggiungere il tuo obiettivo, nei modi e alle condizioni che per te sono più favorevoli.

    1. PRO: meglio dell’opzione B e molto meglio della A, la scelta di un solo agente immobiliare (o gruppo) con la conseguente esclusiva ti offre più possibilità di successo.
    2. CONTRO: l’agente immobiliare è un intermediario, il che significa che deve mediare tra le tue esigenze di compratore e quelle, banalmente, di chi vende. La teoria e la buona prassi dicono che l’agente immobiliare dovrebbe essere super partes e molti ci riescono; la realtà mostra tuttavia qualche crepa.

 

  1. UN PROPERTY FINDER

Non solo un agente, ma un agente specializzato nella ricerca che segua te e solo te, curando i tuoi interessi in esclusiva.

    1. PRO: i pro sono parecchi. Ne citiamo tre:
      1. sei tu il suo cliente ed è te che protegge;
      2. non ha immobili in portafoglio, ma relazioni e competenze che metterà al tuo servizio per trovare quello che fa al caso tuo;
      3. il tempo e lo spazio che ti dedica sono i più ampi del mercato real-estate. Per scelta.

CONTRO: un servizio come si deve, in esclusiva, per te, solo per te, curando solo i tuoi interessi, ha un costo superiore a uno portato avanti quando capita, in mezzo a mille altri clienti e faccende da sbrigare. Ma è davvero un contro?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *